Il mio biglietto da visita

giovedì 2 febbraio 2012

Come colorare i dischetti struccanti - TUTORIAL

Buongiorno a tutti, ultimamente vi ho stressato parecchio con i vari fiori che ho creato con i dischetti struccanti; per chi mi segue con costanza sa di che parlo, per le persone nuove che magari capitano qui per la prima volta, recentemente ho creato dei fiori utilizzando appunto i dischetti che si usano per togliere il trucco e in fondo al post metterò i vari link ^_^
Il mio pensiero era quello di riuscire a colorare questi fiori perchè, per quanto bianchi siano bellissimi, dopo un pò stancano e così ho fatto qualche prova, ma prima di parlarvene volevo essere sicura del risultato.
Come prima cosa avevo pensato di usare dei coloranti naturali e ho fatto una ricerca in rete: bocciata. Bisogna andare a comprare le polverine, diluirle in modo particolare, usare la mascherina i guanti ... e secondo voi io ho tutta questa pazienza? Domanda retorica ^_^
Poi ho pensato di utilizzare coloranti casalinghi tipo the, cavolo, ecc., insomma derivati da alimenti, ma anche lì ci vuole troppa pazienza tra che sciogli il colore o fai bollire l'acqua in alcuni casi e via dicendo, senza contare che io volevo colori belli, delicati e non un marroncino qualsiasi.
Ho provato poi ad usare del fard e degli ombretti come si fa per i pupazzi; eliminata anche questa opzione perchè pur usando un pennellino piccolo, i dischetti essendo di ovatta, a forza di strusciarli si sfaldavano.
Ad un certo punto, ho pensato di diluire del colore rosso per tessuti in un contenitore con dell'acqua e già che c'ero, ho provato anche con un colore acrilico giallo ... non si sai mai.
In entrambe i casi, i dischetti si sono colorati ma, per quanto riguarda l'acrilico, lascia un leggero strato ruvido sulla superficie, che ci si può pure stare, ma per me non era abbastanza; per quanto riguarda invece il colore per tessuto, il risultato è stato abbastanza buono, con l'aggravante però, che un barattolino di quelli minuscoli costa tanto e se li hai in casa bene, ma se non li usi come me e devi comprarli appositamente, allora non va più bene. Io ne ho qualcuno di quelli piccoli comprati tempo fa e ho voluto provare, ma non si possono buttare soldi così.
Altra cosa negativa di questa prova è che, non avendo tanto spazio per far asciugare i dischetti, li ho messi in un piatto di carta e leggermente sovrapposti; beh, quelli in contatto con il piatto si sono proprio attaccati alla base (buttati) e gli altri si sono un pò sfilacciati perchè uniti tra di loro.
Comunque il risultato è stato questo: le due rose in alto sono frutto del rosso per tessuti, usandone all'occorrenza più o meno, la gialla è in acrilico e leggermente ruvida


Ora veniamo al tutorial definitivo.
Giorni fa ho avuto una mega illuminazione ... la carta crespa!
Voi direte: "che c'entra con i fiori?" Beh, mi sono ricordata che tempo fa, ho utilizzato la carta crespa e la colla diluita per fare un lavoretto con Sara e mi sono colorata in ogni dove e così ...
Ho preso i famosi dischetti struccanti (cercateli buoni e possiblmente con il margine rifinito perchè tengono di più ammollo e lavorazione) tagliato una striscia di carta crespa rossa e azzurra senza srotolarle, due barattoli di yogurt di quelli grandi (perchè qui non si butta via niente), uno spiedino da cucina dei guanti in lattice (fondamentali) e ...


Ho messo dell'acqua calda nel barattolo e appena inserita la carta crespa, guardate come ha stinto; vi raccomando di usare i guanti in lattice e di fare attenzione agli schizzi, perchè questa colorazione macchia discretamente.


Aiutandomi con lo spiedino ho mandato giù la carta crespa per bagnarla bene e per far uscire più colore possibile; potete lasciarla a macerare anche una decina di minuti, dopodichè la tirate su con lo spiedino e la strizzate con i guanti


Ora potete inserire i dischetti, anche una quindicina.
Con l'acqua di quel barattolo io ho colorato circa 50 dischetti, in più mandate.
Qui il consiglio è di non lasciarli troppo a bagno perchè è pur sempre cotone e si sfalda. Io purtroppo non ho mai tanto tempo a disposizione e li ho lasciati troppo in acqua perchè tra una bimba e l'altra mi allontanavo sempre, ma con questo metodo il colore prende subito, quindi metti e leva.


Ora arriva il difficile; tirate fuori con delicatezza i dischetti e li strizzate leggermente tra le mani in modo uniforme, senza chiuderli; dopodichè li disponete su un piano.
I miei consigli:
- non metteteli sulla carta scottex pensando di assorbire l'acqua in modo da farli asciugare prima, perchè la scottex oltre all'acqua si porta via anche il colore;
- se avete spazio, cercate di non sovrapporli perchè ho visto che là dove i dischetti si toccavano, rimanevano sbiaditi.
- se volete un colore uniforme, disponeteli su un piano, se volete provare "l'ebbrezza" di strisce varie, potete poggiarli su una griglia o comunque su un supporto non piano come anche il termosifone, ma tenete conto che possono stingere.
- come vi ho detto prima, cercate dischetti buoni, anche se non li userete per struccarvi e possibilmente rifiniti sui bordi, come se avessero una cucitura, perchè tengono meglio; io li ho trovati a € 0,60 una confezione da 80 pezzi.


A questo punto, lasciateli asciugare e quando sono pronti







Ecco i link dei precedenti lavori: le scatoline decorate e le gardenie (all'interno di questo post, trovate anche i link per le rose e le calle).
Ho visto che questi fiori, per quanto semplici, sono piaciuti molto e mi piacerebbe poter vedere i vostri risultati, quindi se qualcuno volesse provare o avesse già provato e volesse mandarmi le foto, sarei contenta di pubblicarle, con le vostre credenziali e link ovviamente.
Poco dopo aver condiviso il tutorial su Facebook, mi ha contattata una ragazza, Elisabetta Palmiero Restauratrice, che mi ha dato un grande suggerimento e con il suo permesso, io ora lo do a voi:
mi ha suggerito gli acquarelli, quelli "seri" che usano gli artisti, ossia quelli in tubetto (marca Maimeri o meglio ancora Windsor & Newton); si trovano nei colorifici di belle arti, sono delicati e non corposi come gli acrilici o le tempere ed a seconda della diluizione ci si può giostrare per ottenere delle tinte più o meno pastello o addirittura più intense.
Altra alternativa è quella di fare delle prove anche con le chine colorate o gli ecoline o addirittura la rolla di noce con un pizzico di aceto rosso o la gommalacca diluita.
Grazie a tutti e al prossimo tutorial.

12 commenti:

  1. Senza parole Lory....sono davvero spettacolari! Semplici ma di grande effetto!!!!! Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lucia; nei giorni scorsi ho postato vari fiori, ma dovevo colorarli in qualche modo ^_^

      Elimina
  2. Risposte
    1. Grazie Riccardo. Per mancanza di tempo, ultimamente ho dovuto ripiegare su cose più sbrigative ^_^

      Elimina
  3. bravissima sono deliziosi..
    melania :)))

    RispondiElimina
  4. mamma mia quante prove! che genialata la carta crespa!
    baci baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena, grazie ^_^
      E' che non trovavo pace con tutto quel bianco :)

      Elimina
  5. bellissimi, di grande effetto!!! grazie x il tutorial!!!! bacioniii!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ilenia, grazie ^_^
      Ho aggiunto anche un altro paragrafo in basso.

      Elimina
  6. assolutamente geniale!!!! brava! steffy

    RispondiElimina

Feeds